Hai ricevuto soldi per il tuo compleanno? Ottimo, ma occhio alla somma: così rischi grosso

Se avete ricevuto dei soldi per il vostro compleanno, state attenti alla somma perché potrete rischiare grosso e non lo sapevate.

Quando arriva il momento del proprio compleanno, non c’è niente di più bello di scoprire quali sono i regali a cui hanno pensato i propri cari. Non sempre c’è bisogno di pensieri troppo costosi, alle volte viene più apprezzato il regalo che sia pensato e che possa venirci in aiuto in base a quelle che sono le nostre esigenze. O a ricordi di un particolare momento vissuto insieme. Quando non si hanno troppe idee, anche i soldi sono una soluzione congeniale e che fa sempre piacere.

Anche con i soldi del compleanno ci sono delle controindicazioni
Occhio ai soldi del compleanno, potreste dover pagare le tasse (foto Editorially Srl) – Osservatorioiraq.it

Se anche voi di recente avete festeggiato il vostro compleanno e i vostri cari vi hanno regalato dei soldi, dovete però in realtà state molto attenti. Tenendo conto di quella che è la somma ricevuta. Forse ancora non lo sapevate infatti, ma potreste andare incontro ad una stangata non da poco. Ecco tutto quello che c’è da sapere a riguardo, è quello che dice la legge.

Soldi per il compleanno: state attenti alla somma ricevuta

Probabilmente non ci avevate mai pensato prima d’ora, ma anche per i soldi ricevuti come regalo di compleanno potrebbe esserci una grossa controindicazione che gioca a vostro sfavore. Si tratta di una stangata a livello finanziario che è prevista dalla Legge e che dovreste tenere sempre in mente, in base alla somma che avete ricevuto. In certi casi infatti, potreste essere tenuti a dover pagare le tasse.

Se avete ricevuti questi soldi per il compleanno, potreste dover pagare le tasse
State attenti alla somma di soldi che ricevete per il compleanno (foto Canva) – Osservatorioiraq.it

Se il regalo ha una somma importante di denaro prevista, allora ecco che scatta il caso dell’imposta di donazione. Che nel nostro Paese cambia in base all’importo e al legame di parentela di chi ce lo dona. Per l’utilizzo di contanti, infatti, se il regalo supera i 4999 euro è necessario che avvenga con dei mezzi di pagamento tracciabili.

Non ci sono invece limitazioni per i regali di modico valore e non deve per forza avvenire tra parenti in questo caso. Può avvenire anche tra amici, a patto che non impoverisca chi dona e non arricchisca chi lo riceve. I regali in soldi non rientrano nella dichiarazione dei redditi. Ma se le somme rimangono nel conto corrente o nel libretto di risparmio possono influire sull’ISEE poiché quest’ultimo prende in considerazione le giacenze medie dei rapporti bancari.

Impostazioni privacy