Google Maps introduce una funzione importantissima per chi vuole monitorare gli spostamenti dei figli

Google Maps mette ora a disposizione una funzione che potrebbe essere fondamentale per chi ha vuole monitorare gli spostamenti dei figli.

Ognuno di noi è chiamato ogni giorno a effettuare diversi spostamenti, ma non è detto che alcuni di questi siano sempre quelli usuali, quali quelli che permettono di raggiungere il posto di lavoro o quelli previsti per le varie commissioni. È più che naturale raggiungere anche località che si conoscono meno, come accade ad esempio quando si deve andare in vacanza o si è in trasferta per lavoro. In casi simili l’utilizzo di Google Maps per capire quale sia il tragitto migliore può essere davvero provvidenziale.

Google Maps sapere spostamento figli
Capire dove si trovano i figli non è impossibile – Foto Editorially Srl – osservatorioiraq.it

Lo strumento pensato dal gigante di Cupertino può essere installato direttamente in macchina o è presente sullo smartphone per chi ha un dispositivo Android e può essere sfruttato facilmente anche da chi non ha grande familiarità con la tecnologia. Si ha così modo di capire quale sia il percorso più adatto anche sulla base del mezzo che si usa per il viaggio.

Google Maps ora ti aiuta anche con i figli

Nella maggior parte dei casi chi è abituato a utilizzare Google Maps lo fa per i propri spostamenti personali o, in alternativa, se deve dare consiglio a qualcuno su un tragitto da fare. Si inserisce la destinazione interessata e si ha così modo di dare i consigli più consoni.

In realtà, uno strumento simile può essere davvero congeniale anche per una funzione a cui non tutti potrebbero avere pensato, ovvero cercare di capire dove si trovano i propri figli quando sono ormai diventati autonomi. Si tratta di un’opportunità da sfruttare appieno, soprattutto per chi ha ragazzi adolescenti o poco più, che potrebbero avere voglia di autonomia e lasciarsi trascinare dagli amici, non sempre propensi a fare però le scelte più adatte. La preoccupazione dei genitori potrebbe essere così ridotta senza troppe difficoltà.

Ma come si deve fare? L’operazione è davvero semplicissima. Una volta aperto Google Maps e selezionato il proprio itinerario, si deve selezionare il tasto “Avvia”, successivamente si deve cercare la voce “Condividi avanzamento viaggio”, che porterà alla visualizzazione di una serie di contatti con cui si è comunicato maggiormente attraverso l’app.

Google Maps sapere spostamento figli
I ragazzi spesso sono imprevedibili e si lasciano trascinare dai coetanei – osservatorio iraq.it

Sotto la voce “Condividi” si troverà “Condividi la tua posizione fino al tuo arrivo“, così da permettere a chi non si trova con noi di avere la certezza di essere arrivato a destinazione. Insomma, in questo modo si riuscirebbe a evitare di fare quello che spesso mamme e papà dicono ai loro figli, ovvero “Chiama quando arrivi”. Non c’è alcun rischio di sentirsi troppo sotto controllo, quando si è sul posto la condivisione della posizione viene interrotta automaticamente.

Tutto può avvenire quindi in modo trasparente, senza che i giovani si sentano eccessivamente sotto osservazione. L’unica alternativa, infatti, sarebbe data dall’entrare in possesso della loro password e controllare davvero dove si trovino in ogni momento, ma questa sarebbe un’invasione della privacy vera e propria.

Impostazioni privacy