TTFF: alla scoperta del mondo attraverso il cinema

Torna dal 7 all’11 ottobre a Bologna il “Terra di Tutti Film Festival”, la rassegna del cinema dal Sud del mondo promossa dalle ong GVC e Cospe, con un ricco programma di film e documentari focalizzati su tematiche di carattere sociale.

Come sempre i mediometraggi selezionati verteranno su molteplici argomenti suddivisi in sessioni tematiche e in particolare, nel corso di questa edizione, una grande attenzione verrà posta sulle migrazioni, sui conflitti ambientali e sulla situazione attuale in Medio Oriente.

Tra gli oltre 60 film in programma segnaliamo la proiezione in anteprima di “Puzzlestan”, il documentario girato tra Iraq e Rojava dal giornalista Ivan “Grozny” Compasso.

Nell’ambito della sessione Focus Siria sarà presentato “Chemical weapons: made in Europe” di Jean-Baptiste Renaud che investiga la produzione delle armi chimiche in Europa e l’uso da parte di Bashar al-Asad del gas Sarin sulla popolazione civile, vietato dalle convenzioni internazionali.

Sempre in Siria si svolge l’esperienza della mediattivista Samer Beyhum, che documenta le sofferenze inflitte dal regime al popolo siriano nel breve ma intenso “Une histoire syrienne”.

Xavier Muntz documenta la lotta e la resistenza del popolo ezida contro l’attacco di Daesh nelle montagne irachene al confine siriano in “Surrounded by ISIS”, mentre “The wanted 18”, di Amer Shomali e Paul Cowan, oggi candidato all’Oscar, è un cortometraggio animato che ci porta nella Palestina della prima Intifada raccontando le violenze dell’esercito israeliano e la resistenza creativa del villaggio di Beit Sahour.

I conflitti ambientali sono al centro di “Foresta in Movimento” di Emmanuel Coquelou e Yanette Shalter, che analizzano le conseguenze delle deforestazioni per la produzione massiva dell’olio di palma sull’ecosistema e sulle condizioni di vita delle popolazioni indigene in Indonesia e Malesia.

Inoltre per questa nona edizione il TTFF diventa Terra di Tutti Art Festival grazie al contributo del progetto di educazione alla cittadinanza globale Amitie Code promosso dal Comune di Bologna e da GVC, incentrato sulla relazione tra migrazioni e sviluppo, che arricchirà la programmazione con numerosi progetti di comunicazione sociale che utilizzano altri linguaggi oltre a quello cinematografico.

Sono previste presentazioni di fumetti, dibattiti, concerti, eventi di danza e rappresentazioni teatrali.

Una produzione di Amisnet, “clanDESTINI”, definito come “un viaggio interattivo tra le voci delle migrazioni”, metterà al centro dell’audio-installazione lo spettatore, spingendolo a chiedersi quanto davvero è disposto a conoscere delle vite, dei percorsi e delle motivazioni di chi migra.

Il Teatro dell’Argine presenterà invece “Lampedusa Mirrors”, una performance multimediale tra teatro, documentario, fotografia e installazione musicale.

Viaggio invisibile – Odissea Visionaria” di Agostino Aresu è un progetto artistico multidisciplinare e partecipato che comprende installazioni visive, sonore e azioni performative incentrate sul tema delle migrazioni.

Oblò – sguardi sulla realtà, spin off della rassegna padovana curata da Ya Basta, Beccogiallo e GVC, vedrà ogni sera la presentazione di una graphic novel con la presenza degli autori e una mostra a fumetti partecipativa incentrata sul nesso tra migrazioni e diritti.

Il TTFF aprirà il 7 ottobre con il convegno “Migrazioni verso l’Europa: cultura, media e diritti umani” nel corso del quale verranno affrontati alcuni tra i nodi più importanti legati ai fenomeni migratori: dal ruolo dei media nella costruzione della percezione delle migrazioni, alla tratta degli esseri umani, al diritto d’asilo nei paesi del vicinato europeo.

Il Festival si svolgerà tra la Cineteca, Palazzo d’Accursio e il TPO, e la consueta collaborazione con Radio Kairos e Radio Città del Capo quest’anno sarà allargata anche al Festival Porte Aperte.

Questa edizione speciale del TTFF rappresenta ancora più delle precedenti una grande occasione per conoscere e approfondire la realtà che ci sta attorno attraverso molteplici sguardi e punti di vista.

Qui il programma completo.

October 05, 2015di: Redazione

Impostazioni privacy