• ISSN: 2240-323X
  • Icona Facebook
  • Icona Twitter
  • Icona Youtube
  • Icona RSS Feed

Tu sei qui

Arabia Saudita

Human Rights Watch pubblica un rapporto su undici storie di cittadini sauditi attivi per la difesa dei diritti umani, che sono riusciti, grazie ad internet, ad aggirare gli angusti confini della censura del Regno.

 

di Anna Toro

20 Dicembre 2013
Anna Toro

Human Rights Watch pubblica un rapporto su undici storie di cittadini e cittadine sauditi attivi per la difesa dei diritti umani, che sono riusciti, grazie ad internet, ad aggirare gli angusti confini della censura del Regno.

di Anna Toro

19 Dicembre 2013
di: 
Anna Toro

Un testo introduttivo per avvicinare anche i più inesperti allo studio del mondo arabo e islamico attraverso la storia del Vicino Oriente: dalla nascita del profeta Muhammad sino ai giorni nostri. Una introduzione alla storia dei popoli arabi che utilizza il passato come chiave di lettura per il presente.

17 Dicembre 2013
di: 
Marco Di Donato

Quattro musiciste hanno osato sfidare i rigidi divieti della società del regno. Le vedremo ancora in azione?

 

Per un breve periodo sono state sulla cresta dell'onda, intervistate dai giornali (stranieri) più famosi, i loro pezzi tra i più scaricati online, ma sempre attente a non farsi scoprire dal governo e dalla polizia religiosa. Poi più nulla, nessun disco, nessun nuovo brano o news musicale ormai da diversi anni.

15 Dicembre 2013
di: 
Anna Toro

Pagine

Quattro musiciste hanno osato sfidare i rigidi divieti della società del regno. Le vedremo ancora in azione?

 

 

15 Dicembre 2013

In occasione del foro di dialogo italo-russo abbiamo intervistato il giornalista de Il Sole 24 ore per sapere cosa pensa dell'accordo sul nucleare iraniano raggiunto a Ginevra ad inizio settimana e

26 Novembre 2013

La Coalizione nazionale siriana - divisa dalle rivalità tra gli Stati che la sostengono - è ancora in dubbio se partecipare alla conferenza di pace, prevista a novembre ma slittata almeno al mese p

25 Novembre 2013

La polizia li ha radunati in massa, con metodi spesso brutali e violenti, per poi smistarli nei centri di detenzione e sbrigare le ultime pratiche prima di espellerli dal paese.

 

22 Novembre 2013

Pagine